PEC…. anomalia italiana

In questi giorni stavo facendo uno scambio di email con un ente pubblico ;
Necessitavo di un documento che mi riguardava, e vivendo all’estero ho cortesemente chiesto di inviarmelo via mail….
Dopo aver fatto capire loro nell’ordine:
-che il documento era mio e non di qualcun altro ;
-che non potevo recarmi allo stramaledetto ufficio dato che vivo all’estero
-che allegare il documento di identita’ nella mail non e’ una cosa cosi strana

mi si risponde di fare la richiesta tramite mail certificata, questa sconosciuta
Trattasi di comunissima casella mail, ma con  valore legale dato che  il contenuto può essere criptato garantendo confidenzialità , autenticazione, integrità dei dati (Wikipedia)

Sorvolo sul funzionamento dettagliato (se volete lo trovate qua ) e sull’utilità su cui personalmente ho qualche dubbio , piu che altro basato sul fatto che e’ gia qualcosa se in un ufficio pubblico qualcuno risponda alle mail.
In breve il meccanismo consentirebbe di incrementare la sicurezza nel passaggio di informazioni e  soprattutto di tracciarle in maniera adeguata (  il server del fornitore di PEC emette una formale ricevuta di presa in carico paragonabile alla ricevuta di un ufficio postale )
Tuttavia, per funzionare in maniera completa necessiterebbe che sia mittente che destinatario dispongano di PEC , (siamo sicuri che TUTTI gli uffici  pubblici ne dispongano? sapete gia la risposta) ho voluto comunque provare ad attivarla nella sua forma ufficiale..

Advertisements

Sono andato sul sito www.postacertificata.gov.it dove ho cliccato “attiva la tua PEC”  (almeno e’ gratis) ; inserisco quindi i dati e alla fine del processo viene chiesto di  “recarsi presso uno degli uffici postali abilitati al servizio per le attività di identificazione”

Quindi per attivare questa mirabolante posta certificata che dovrebbe agevolare le mie comunicazioni, evitarmi code presso gli uffici, limitare il consumo di carta etc DEVO RECARMI IN POSTA?? possibile che nel 2014 non si possa fare TUTTO online?
Ovvio,  lascerei la possibilità per chi non ha internet di recarsi agli uffici, ma per quale ragione una persona che non usa internet vorrebbe crearsi una casella email di posta certificata?

Incuriosito ho cercato se esistesse una cosa simile all’estero, e la risposta la conoscete gia:La PEC è un anomalia tutta italiana e non è riconosciuta dall’Unione Europea (pare che la Tanzania abbia adottato un simile sistema) quindi le mail certificate hanno valore solo in Italia.
Ricapitolando, esiste questa possibilità , ma pare che quasi nessuno la utilizzi, e d’altra parte non mi pare nemmeno sia stata fatta una gran pubblicità da parte degli enti istituzionali..
Per la cronaca ne ho attivata una a pagamento tramite noto provider italiano; di default e’ abilitata per ricevere mail solo da caselle di posta certificate; per sicurezza ho disattivato questa opzione (e ho fatto bene perche mi hanno risposto ovviamente da casella non certificata )

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Tech news - tutorials. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *