"guerra" allo spam

Ciao, come ben saprete ogni giorno centinaia di mail sono affette da messaggi di molte aziende che necessitano di comprendere che se vogliono mandare comunicazioni pubblicitarie via mail dovrebbero chiederne il consenso al proprietario dell’indirizzo email (per informazioni piu dettagliate e i bla bla legali consultate il sito del garante della privacy); ovviamente è praticamente impossibile evitare del tutto questo fenomeno specialmente se riceviamo mail da provider stranieri, ma .. almeno per quanto riguarda lo spam proveniente da aziende italiane possiamo fare qualcosa per invitarli a smettere o perlomeno a limitare questo fastidioso fenomeno. Il suggerimento è quello identificare l’azienda che ha spedito la mail, tramite il sito pubblicizzato o tramite l’header della mail e mandargli una richiesta di spiegazioni  Personalmente in alcuni casi  ho adottato questa soluzione, tratta dal Blog del mitico Paolo Attivissimo,nel quale troverete un articolo certo più esaustivo; e magari potete utilizzare anche questa presa direttamente dal sito del garante della privacy, nel quale potrete segnalare gli abusi nella sezione “contatti” (non so a quanto serva, ma meglio di niente) Per esperienza personale, nella stragrande maggioranza dei casi l’aziende (quelle serie) capiscono l’ “errore” (se cosi si può chiamare) e si scusano, e, tralasciando casi di palese ignoranza e di arrampicate sugli specchi otteniamo la rimozione della nostra mail dai loro spam-server, ovvero raggiungiamo il nostro obiettivo; Ecco qualche esempio di risposta ricevuta a seguito di mail di diffida spedita da me:

“Gentilissimo sgr. .Ci dispiace se la nostra e-mail è stata da lei ritenuta fastidiosa. Tenga presente che ci siamo avvalsi di una agenzia di email-marketing che evidentemente è in possesso del suo consenso al trattamento dei suoi dati personali rilasciato in qualche altro sito su cui lei è o si era iscritto. Puo’ comunque tranquillamente, se lo ritiene necessario, cancellarsi di sua spontanea volontà cliccando sul tasto in fondo alla mail che ha ricevuto dove c’è scritto “CANCELLAMI”. In ogni caso non si preoccupi perchè non riceverà più da parte nostra altre e-mails pubblicitarie.Buongiorno!”

Tralascerei, ma tengo a precisare Il fatto che sulla tua mail ci sia scritto CANCELLAMI, non significa che tu possa mandarmela; (senza contare che a volte cliccando quel tasto rischi di far vedere che la tua mail esiste e che la utilizzi) ..ma ecco la successiva risposta, dopo che ho gentilmente chiesto di farmi avere i contatti di questa “agenzia di marketing” in modo da sapere se avesse un mio consenso scritto,libero o informato:

Guardi come in tutte le cose si dice il peccato ma non il peccatore e sinceramente non me la sento di farle avere il nominativo di una agenzia di marketing a cui mi sono affidato per un lavoro di email marketing. Per cui mi spiace, ma puo’ stare tranquillo perchè noi dello staff abbiamo già contattato direttamente questa agenzia per fargli togliere il suo indirizzo email dal loro database”

La mia privacy non viene tutelata ma quella dell’azienda si? 🙂 non si sente di farmi avere il nominativo ma evidentemente si sente di utilizzare il mio… in ogni caso l’obiettivo e’ stato raggiunto e non ho piu ricevuto email da loro. ma passiamo ad altre risposte, qui avevo chiesto loro dove avessero preso il mio indirizzo:

Advertisements
Il suo dato, come può vedere dalla documentazione allegata (foglio illeggibile compilato a mano) , è arrivato a noi tramite l’acquisto della mailing list proveniente da…sito inesistente

o anche:

1. La sua email è stato corretta disiscritta dai nostri database 2. Il titolare del trattamento dei dati è il sig. XXXXXX  XXXXX, allego liberatoria nella quale puo trovare indirizzo, e altri dati. 3. Siamo in possesso della liberatoria nel quale il sig. XXXXXX ha dichiarato di vendere diritti per l’invio di email marketing verso il suo database 4. L’orgine come le ho detto provengono da dei siti/forum/blog del sig. XXXX, (puo chiedere esplicitamente a lui la provenienza)

Ovviamente, il signore in questione e’ incontattabile, la liberatoria allegatami è sgrammaticata e fa riferimento a dati acquisiti da “azienda autorizzata(??!)..ad onor del vero anche in questo caso sono stato contattato dal titolare che mi ha assicurato di avermi rimosso dalle loro liste(ed in effetti finora non ho piu ricevuto mail da loro) Ricapitolando,  vi invito a contattare quando possibile il gestore del sito e di chiedere più o meno gentilmente di essere rimosso dalla loro mailing list.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Tech news - tutorials. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *