finalmente.. il telescopio

Finalmente, dopo mesi di pensieri, dubbi, ricerche e discussioni su vari forum, ho fatto la mia scelta e ho ordinato il Celestron 6 SE (Schmidt-Cassegrain,150 mm, f10)
Premessa, io volevo assolutamente un telescopio automatizzato, ossia che possa puntare e sopratutto inseguire l’oggetto: questo ha fatto inevitabilmente salire il budget.
Ero inizialmente partito con l’idea di un Dobson 200 mm (collassabile con goto), ma poi ho realizzato che avrei avuto bisogno di spazio in casa e sopratutto spostarlo non sarebbe stato facilissimo…
Ho quindi spostato il mio interesse verso le montature equatoriali,le quali sono l’ideale per l’astrofotografia: Pensavo ad un newton 200 (Skywatcher) con una montatura NEQ5, ma mi è stato detto da più parti che la montatura sarebbe stata sottodimensionata con quel tubo molto lungo e per nulla leggero.. nonostante ovviamente nei negozi li vendano accoppiati.
Quindi o prendevo un tubo di minor diametro (150 mm) o avrei dovuto investire su una montatura più performante (e molto molto più costosa, anche considerando che come dicevo,ne volevo una di tipo motorizzato goto).
A prescindere da ciò avrei avuto comunque problemi di spazio (tenerlo montato non se ne parla, dato che occuperebbe molto più spazio del Dobson): in aggiunta a tutto questo, mi sono immaginato in giardino, atto a montare tutto, bilanciare i pesi etc, e mi sono detto che conoscendomi non so se ne avrei sempre avuto voglia.

A quel punto la scelta è paradossalmente diventata più semplice, verso un tubo corto :tra un Makutsov (127mm, di più sarebbe stato un salasso) o… uno SC da 150, che è appunto il tubo del Celestron che ho acquistato.
Questo telescopio (tipologia Schmidt-Cassegrain)è ottimo per visualizzazione (e anche fotografia, perchè no) planetaria.
Inoltre , qualora mi venisse voglia di fare foto professionali al deep sky potrò “trasformare” la sua montatura in equatoriale comprando un cuneo apposito e comprando un riduttore di focale.

 

Questa voce è stata pubblicata in Astronomia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *